Avere cura

I VIGNETI

I 30 ettari di vigneto di proprietà si estendono intorno alla cantina di vinificazione su una collina esposta a sud-est a 250 mt sul livello del mare.

Le uve possono beneficiare di una notevole escursione termica tra il giorno e la notte, e di una discreta piovosità concentrata maggiormante nei mesi autunnali e primaverili.

La composizione in prevalenza argillosa del terreno permette di avere vini ricchi di estratti, dai colori pieni e brillanti, di buona longevità; la presenza di una piccolo percentuale calcarea favorisce una gradazione alcolica maggiore e profumi intensi.

I vigneti di montepulciano, sangiovese e trebbiano sono allevati a cordone speronato, mentre il Vigneto al Lago, situato nella parte più bassa della collina, dove vengono cultivate le uve pecorino, è allevato a guyot, con elevate densità di piante per ettaro, e rese piuttosto basse per assicurare un'elevata qualità del nostro vino, frutto di un'autentica interpretazione della nostra terra.

Cerchiamo di avere cura dei nostri vigneti, per questo abbiamo modificato la gestione fitosanitaria dei vigneti, eliminando l'utilizzo di antiparassitari, a favore del metodo della "confusione sessuale", abolito l'utilizzo dei diserbanti e scelto un basso impatto enologico.

LA CANTINA

Lo scopo del lavoro in cantina è preservare la qualità ottenuta in vigna.
E' un lavoro paziente che si sussegue di anno in anno dal momento della vendemmia all'affinamento in bottiglia.

Qui si fondono la saggezza contadina e la tecnologia, la passione e la razionalità, la cura per la terra e l'innovazione.

La cantina di vinificazione, ultimata nel 2004, è dotata di vasche in acciaio a temperatura controllata, che permettono di tutelare la qualità dei mosti con un basso impatto enologico.

Il tempo svolge un ruolo fondamentale, per questo viene rispettato nel silenzio della bottaia in cui trovano posto le barrique e le botti in rovere di Slavonia di media e grande capacità.